Non ci pensare.

foto2

Chissà quante volte ce lo siamo sentite/i dire, quasi come un ignaro intercalare che si insinua e che si posiziona in frasi spesso abbandonate in superficie.

Non ci pensare, fidati” ha poi un non so che di paradossale, una raccomandazione che agisce su di me rinforzando negativamente un mio pensiero già abbondantemente presente.

E allora ci penso, eccome se ci penso. Penso che non è facile lasciare andare i propri pensieri.

Penso che se ricevo questa frase, probabilmente sono stata ascoltata poco, in superficie; sfiorata solo da un ascolto distratto e melanconico, poco aperto all’accoglienza dei miei pensieri rumorosi e un po’ invadenti.

E penso a quanto è difficile fare spazio ai propri e altrui pensieri, soprattutto quelli più spigolosi.

Io per esempio da un po’ di giorni ho un pensiero predominante e impudente. Uno di quei pensieri che non ti molla, che riflette le tue giornate con prospettive dissonanti, ingombrando il mio qui ed ora.

Un pensiero scomodo, anche sfacciato perché nutrito da una mia resistenze all’accoglienza.

Lo so, dovrei abbracciarlo, magari camminare un po’ insieme a lui, raccontarmi e attraverso l’ascolto, provare a comprenderlo, ma faccio fatica e lo evito.

E lui puntualmente torna, punzecchia il mio equilibrio, risveglia vecchi ritmi, decreta nuovi inizi.

Quasi decide, eccome se decide. Ed io….

E allora mi arrendo, 

mi faccio attraversare, 

non posso fronteggiarlo 

e non voglio stare male.

Lo guardo negli occhi,

un po’ arrabbiata, 

vorrei detestarlo 

ma sono bloccata.

In fondo lo so, 

non è colpa sua,

del resto l’eterno

non spetta a lui.

E quindi preparo

valigie e ricordi,

raccolgo conchiglie,

ascolti e bisogni.

Ritorno, ritorno

al mio lavoro,

finite vacanze

riprendo il mio suono.

Di ritmi veloci,

di ritmi incalzanti

ma anche di pause 

e rigeneranti silenzi.

E quindi

pensiero

che da giorni 

mi assilli,

ammetto sei scomodo,

e porti scompiglio.

Ma due settimane

di ferie, si sa,

non posson durare

un’eternità.

Cecilia Gioia

Dedicata al mio ultimo giorno di ferie. Oggi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...